Benvenuti ad ANFITEATRO: il nostro percorso si sviluppa attorno a una drammaturgia sempre tesa a un teatro poetico e problematico.

Mondo è il diminutivo di Raimondo, un ragazzino tenero, semplice di spirito, puro, appassionato di ornitologia, emarginato e deriso dai compagni per i suoi interessi e per la sua visione delle cose. Mondo passa parecchio tempo da solo, a cavalcioni di un ramo di un grande tiglio che custodisce un segreto
commovente.
La storia, che nel preambolo racconta la sua infanzia, si arricchisce poi con l’arrivo di Margherita, una ragazzina che condivide le sue scelte e che con le sue conoscenze sugli alberi arricchirà l’esperienza del ragazzo.
La loro amicizia si sviluppa in modo leggero, divertente e appassionante fino al giorno in cui scoprono che l’esecuzione di alcuni lavori prevede l’abbattimento del loro e di altri alberi. Senza esitare un istante, i due ragazzini decidono di salire sull’albero e di non scendere più fino a quando non fosse cambiata la decisione di abbatterlo, ma traditi nella fiducia e nell’ingenuità vedranno sfumare il loro sogno…

MONDO
Testo e regia: Giuseppe Di Bello
con: Marco Continanza

CON LA LUNA SULLE SPALLE
Storia di spalloni, bricolle, canarini, foglie di Lugano, ossa di morti e altro ancora…

“Con la luna sulle spalle” è uno spettacolo emozionante che prende spunto dalla storia del contrabbando e più precisamente da quel contrabbando necessario, ricordato come “”romantico che va dal periodo del sale a quello del riso, ovvero dai primi anni dell’ottocento all’immediato secondo dopoguerra.

 

Testo e regia: Giuseppe Di Bello
Con: Marco Continanza e Gian Battista Galli
Musiche dal vivo: Gian Battista Galli (SULUTUMANA)

Nella suggestiva cornice del Festival di narrazione di Arzo ha debuttato SE MI AMY  scritto e intepretato da Naya Dedemailan con la regia di Roberto Anglisani, con un eccezionale entusiasmo di pubblico e critica. 

amy-arzo

Il progetto è sostenuto da Radix Svizzera italiana e dal Festival di Arzo.

Destinato agli adolescenti e ai loro genitori, Se mi Amy è la parabola di Elen e Alan in lotta con le proprie dipendenze, come il loro mito Amy Winehouse. Un monologo duro e diretto che scalda il cuore, fa piangere e sorridere senza giudicare ma entrando nel profondo dell’animo dell’adolescenza. 

 

il promo è visibile su https://vimeo.com/346193264 

SE MI AMY 170

 

 

 

 

 

NELSON lo spettacolo scritto e diretto da Giuseppe Di Bello e interpretato da Marco Continanza, ha debuttato con grande successo al festival  SEGNALI TEATRALI a Milano.

p1490788Il racconto attraversa i momenti salienti della vita di Nelson Mandela e dei mondi in cui ha vissuto: dall’ infanzia agli anni della scuola e la presa di coscienza fino alla condanna al carcere a vita, la sua liberazione e l’elezione a Presidente della Nazione. Infine, quel capolavoro umano che è stata l’istituzione della Commissione per la Verità e la Riconciliazione.

 UN DITO CONTRO I BULLI scritto e diretto da Giuseppe Di Bello con Naya Dedemailan , con le musiche dal vivo di Luca Visconti,  è stato il vincitore del Festival Teatro Ragazzi di Porto S.Elpidio 2017. Nelle motivazioni si scrive:

Lo spettacolo affronta con grande sensibilità e leggerezza il greve tema del bullismo, ricorrendo a una narrazione sempre tenuta ben salda, pur delineando uno spaccato quotidiano complesso, dove svariate vite di bambini e di adulti si intrecciano, definendo rapporti, amicizie, complicità, antagonismi. Innervato di umorismo e di fantastico, il racconto fa leva sul ribaltamento delle situazioni, fino a giungere a una presa di coscienza collettiva, fatta di rispetto e condivisione per sconfiggere soprusi e prepotenze.

UN DITO CONTRO I BULLI

 

 

1914 – LA TREGUA è il nostro omaggio alla tragedia della Prima guerra mondiale. Abbiamo superato le 100 repliche in tutta Italia con questo testo scritto e diretto da Giuseppe Di Bello per Marco Continanza.

1914 La Tregua

 

 

FAMILY STORY

FAMILY STORY

Dedicato al mondo dei figli di genitori divorziati è invece FAMILY STORY. Giuseppe Di Bello lo ha scritto e diretto per Naya Dedemailan e Alice Pavan, due sorelline sull’orlo di una crisi di nervi, unite come non mai nel melodramma della separazione  e nella gioia della scoperta delle mille sfacettature della famiglia. Grande successo tra gli studenti di tutte le età.

 

 

 

 

img_3162

GAYA ATTENZIONE FRAGILE

 Per affrontare il tema dell’omosessualità giovanile Naya Dedemailan è l’interprete intensa di GAYA, ATTENZIONE FRAGILE, un monologo di grande forza uscito dalla penna di Giuseppe Di Bello.

In questo video l’accoglienza al Festival di Arzo 2016 (sul palco attrice e regista https://vimeo.com/296518096  )

 

ARIA La fuga verso la libertà è il tema di ARIA che con Naya Dedemailan ci restituisce il dramma dell’immigrazione a rischio della propria vita. Scritto da Francesco Niccolini.